Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Logo Ministero Interno

Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali

 

Home  |  Finanza Locale  |  Documenti  |  Comunicati

Comunicato del 13 febbraio 2012

(aggiornato al 17 febbraio 2012)

L’articolo 13, comma 13, del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, stabilisce che la riduzione dei  trasferimenti  erariali  di cui ai commi 39 e 46 dell'articolo  2  del  decreto-legge  3  ottobre 2006, n. 262, convertito, con modificazioni, dalla legge 24  novembre 2006, n. 286, e successive modificazioni (c.d. ICI rurale ed altre fattispecie), é consolidata, a decorrere dall'anno 2011, all'importo risultante dalle certificazioni di cui al decreto 7 aprile 2010 del Ministero  dell'economia  e  delle  finanze emanato, di concerto con il  Ministero  dell'interno,  in  attuazione dell'articolo 2, comma 24, della legge 23 dicembre 2009, n. 191.

Atteso che con la citata disposizione viene definitivamente disciplinata la materia, si è provveduto alla rideterminazione delle attribuzioni dell’anno 2011 con le seguenti modalità:

Comuni appartenenti alle regioni a statuto ordinario - ricalcolo riduzioni  per l’anno 2011

 Nel corso dell’anno 2011 la   riduzione,  parametrata alla stima del  predetto maggior gettito ICI e prevista in bilancio in 179 milioni di euro annui, era  stata applicata, in detrazione, all’atto della  quantificazione della spettanza  figurativa dei  trasferimenti  fiscalizzati dell’anno 2011,  che  ha costituito il riferimento per la determinazione delle assegnazioni al federalismo fiscale dello scorso anno.

Con l’entrata in vigore della predetta disposizione di legge è ora possibile conguagliare i dati di tale gettito e, pertanto,  nella voce “Attribuzioni da federalismo municipale – Fondo sperimentale di riequilibrio” sono state inserite le voci “Maggiore / Minore gettito ICI rurale da certificato (art. 13, c. 13, dl 201/2011)” che contengono i conguagli positivi, ovvero negativi, derivanti dalla differenza tra riduzione presunta dell’ICI rurale e gettito certificato da ciascun comune, come da allegato file.

Comuni appartenenti alle regioni a statuto speciale Sicilia e Sardegna  - ricalcolo riduzioni  per l’anno 2011

Per comuni delle regioni Sicilia e Sardegna per i quali è tuttora vigente il sistema del finanziamento agli enti locali tramite trasferimenti erariali, nella voce (Contributo ordinario – Effetto normativa dl 262/06 - è stata inserita la voce “Maggiore / Minore gettito ICI rurale da certificato (art. 13, c. 13, dl 201/2011)” che contiene i conguagli positivi ovvero negativi derivanti dalla differenza tra riduzione presunta dell’ICI rurale e gettito certificato da ciascun comune, come da allegato file.

Dalla suddetta rideterminazione, sono scaturite somme da rimborsare ai comuni ovvero da recuperare in relazione alle erogazioni già disposte che possono essere rilevate dall’allegato file.

Al riguardo si comunica che al recupero  delle somme  si provvederà  sulle prossime erogazioni   da disporre  nell’anno 2012, mentre per le somme da rimborsare ai comuni si fa presente che alla relativa erogazione  si potrà dar corso dopo l’assegnazione delle risorse da parte del Ministero dell’economia e delle finanze.

Infine si segnala che per i comuni che non hanno ancora trasmesso la prevista certificazione è stata mantenuta la riduzione presunta.

Comuni appartenenti alle regioni Sicilia e Sardegna – riduzioni dovute per l’anno  2012

L’importo delle riduzioni  dovute  verrà sottratto dalle spettanze dei trasferimenti  dei singoli comuni ricadenti nei territori di Sicilia e Sardegna per l’anno 2012.

Comuni appartenenti alle regioni a statuto ordinario – riduzioni dovute  per l’anno 2012

L’importo delle riduzioni dovute per  i comuni appartenenti alle regioni a statuto ordinario  verrà considerato nella determinazione del totale del fondo sperimentale di riequilibrio da distribuire ai comuni.

Comuni appartenenti alle regioni a statuto speciale Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta e Trentitno Alto Adige – anni 2011 e 2012

Per i comuni appartenenti alle regioni Friuli Venezia Giulia, Valle D’Aosta e Trentino Alto Adige – ai quali non era stata applicata una riduzione presunta per l’anno 2011 -  i maggiori introiti dell’ICI rurale da certificato verranno portati in detrazione dell’importo spettante per l’anno 2012 a titolo di trasferimento compensativo ICI abitazione principale.

Sull’importo  delle somme spettanti  per l’anno 2012,  verrà applicata analoga riduzione di risorse per l’anno 2012.


inizio pagina  |  Icona Invia  |  Invia Icona Stampa  |  Stampa