Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Logo Ministero Interno

Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali

 

Home  |  Finanza Locale  |  Chi siamo

Chi siamo

La Direzione Centrale della Finanza Locale, direttamente o mediante le Prefetture – U.T.G., ha quali principali interlocutori i circa 9000 enti locali (comuni, province, comunità montane, unioni di comuni). Alle attribuzioni consolidate (tra cui emerge il sistema dei trasferimenti erariali agli enti locali) si sono aggiunte nel tempo altre notevoli competenze, discendenti dal Testo unico degli enti locali, dalle Riforme in materia di decentramento e dalle disposizioni contenute nelle più recenti leggi finanziarie.

Le principali competenze riguardano le seguenti materie:

Attività di consulenza

La Direzione Centrale provvede alla migliore attuazione dell’ordinamento finanziario e contabile degli enti locali, curando la connessa attività di consulenza applicativa, anche avuto riguardo alla corposa disciplina legislativa che riguarda il mondo degli enti locali, in continua evoluzione.

Ordinamento finanziario e contabile degli enti locali

Nell’ambito del Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267) la parte seconda (123 articoli su 275) disciplina l’ordinamento finanziario e contabile, che rappresenta la garanzia per una corretta e trasparente gestione dei bilanci degli enti locali. Nell’ambito dell’ordinamento vengono disciplinati il sistema di programmazione, le regole sulla gestione, il rendiconto, la revisione economico-finanziaria, i servizi di tesoreria, indebitamento ed investimenti e – da ultimo – il risanamento degli enti locali dissestati). La Direzione Centrale segue la corretta applicazione dell’ordinamento, studiando e proponendo gli eventuali correttivi legislativi.

Risanamento degli enti dissestati

Gli Uffici della Direzione Centrale istruiscono i principali atti del procedimento (piano di rilevazione della massa attiva e passiva, ipotesi di bilancio riequilibrato, consuntivo della gestione liquidatoria) e forniscono la necessaria assistenza ai Comuni in fase di risanamento ed agli organi straordinari per tutto il periodo della liquidazione.

Attribuzione delle risorse spettanti agli enti locali.

Sulla base della normativa stabilmente vigente e delle continue modifiche legislative di settore gli uffici provvedono alla quantificazione ed alla erogazione, secondo le scadenze di legge, dei contributi ai singoli enti locali e relative forma associative. Provvedono altresì all’acquisizione dei numerosi certificati dichiarativi degli enti, attestanti il diritto all’assegnazione di particolari contributi.

Predisposizione dei modelli contabili (bilancio di previsione, rendiconto della gestione)

La predisposizione della modulistica relativa ai documenti di bilancio consegue all’assetto dell’ordinamento finanziario e contabile degli enti locali ed è affidata all’ufficio studi. Gli attuali modelli, emanati nel 1996, sono frutto dei lavori di apposite e qualificate Commissioni di studio che hanno operato con l’apporto dei maggiori esperti in materia.

Raccolta ed elaborazione dei dati contabili previsionali e consuntivi degli enti locali e diffusione istituzionale degli stessi (al Ministero dell’economia e delle finanze, Corte dei conti, ISTAT)

A seguito dell’approvazione del bilancio di previsione e del rendiconto della gestione gli enti locali trasmettono informaticamente al Ministero dell’interno (per il tramite delle Prefetture) apposite certificazioni contenente i principali dati contabili. Questi elementi conoscitivi vengono resi disponibili alle diverse Amministrazioni ed Istituzioni pubblici, nonché a studiosi e ricercatori e vengono elaborati per ricavarne elementi conoscitivi essenziali ai fini di scelte politiche consapevoli in delicate materie (patto di stabilità e interventi in legge finanziaria).

Associazionismo (sostegno alle unioni di comuni e incentivi alle procedure di fusione)

Presso la Direzione Centrale insiste uno “Sportello Unioni”, con la specifica funzione di dare assistenza e consulenza alle Unioni in essere ed a quelle in via di costituzione. L’Ufficio raccoglie ed elabora le certificazioni relative ai servizi offerti, anche ai fini della determinazione dei contributi, nonché della predisposizione di apposite Relazioni annuali descrittive del fenomeno.

Patto di stabilità interno

Pur in un sistema che vede la competenza primaria in materia del Ministero dell’economia e delle finanze, la Direzione Centrale svolge un ruolo di primo piano, mediante la partecipazione ai vari tavoli di lavoro, la predisposizione della normativa, l’assistenza agli enti e la fornitura di appositi strumenti informatici sul proprio sito internet.

Provvedimenti attuativi del federalismo amministrativo (conseguente alle c.d. “leggi Bassanini”)

L’attuazione del federalismo amministrativo è avvenuta attraverso l’emanazione di più decreti legislativi (in primis il d.lgs. n. 112 del 1998) e l’approvazione di una pluralità di D.P.C.M. (alcuni dei quali ancora in corso) con i quali sono stati attribuiti agli enti locali le necessarie risorse, non solo finanziarie. Le maggiori risorse assegnate divengono parte dei trasferimenti a regime spettanti al singolo ente e sono erogate dal Ministero dell’interno.

Sistema dei controlli interni dell’ente locale

Oltre alla disciplina dell’organo di revisione economico-finanziaria nell’ente locale ed alle modalità di esercizio del controllo di regolarità amministrativi e contabile (pareri e visti), la Direzione Centrale segue il nuovo assetto dei controlli interni, in quanto gli strumenti più innovativi, quali il controllo di gestione ed il controllo strategico sono strettamente legati alla funzionalità del sistema di programmazione e di corretta gestione dell’ente.

Gestione degli stanziamenti erariali per le spese elettorali

Nell’ambito delle competenze della Direzione Centrale rientrano tutti gli adempimenti connessi al finanziamento, la liquidazione e la rendicontazione delle spese per l’organizzazione tecnica per l’effettuazione delle consultazioni elettorali (politiche, referendarie e amministrative).


inizio pagina  |  Icona Invia  |  Invia Icona Stampa  |  Stampa