Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Logo Ministero Interno

Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali

 

Home  |  Finanza Locale  |  Documenti  |  Circolari

Decreto 21 dicembre 2017

IL MINISTERO DELL'INTERNO
di concerto con
IL MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 300 del 27 dicembre 2017

VISTO l’articolo 8, comma 3, del decreto-legge 6 giugno 2012 , n. 74, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° agosto 2012, n. 122, che prevede l’esenzione dall'imposta municipale propria (IMU), di cui all'articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, e successive modificazioni, per gli immobili ubicati nelle zone colpite dal sisma del 20 e del 29 maggio 2012, distrutti od oggetto di ordinanze sindacali di sgombero, a decorrere dall'anno 2012, fino alla definitiva ricostruzione e agibilità degli stessi e comunque non oltre il 31 dicembre 2014;

VISTO  l’articolo 1, commi 662, 663 e 664, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015), che ha prorogato il termine della predetta esenzione IMU dal 31 dicembre 2014 al 30 giugno 2015, demandando contestualmente – ai fini della puntuale verifica della effettiva platea dei beneficiari – alla regione Emilia-Romagna,  d'intesa  con  il  Ministero dell'economia e delle finanze, il compito di provvedere, entro il  30  marzo  2015, al monitoraggio degli aventi diritto, prevedendo inizialmente la copertura finanziaria dei relativi oneri nella misura di 13,1 milioni di euro per il primo semestre dell’anno 2015;

VISTO l’articolo 13 del decreto-legge 19 giugno 2015, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2015, n. 125,  che ha prorogato fino al 31 dicembre 2016 sia il termine dello stato di emergenza conseguente agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, di cui all’articolo 1, comma 3, del decreto-legge n. 74 del 2012, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 122 del 2012, che la stessa esenzione IMU, prevedendo la copertura finanziaria dei relativi oneri nella misura di ulteriori 13,1 milioni di euro per il secondo semestre dell’anno 2015 stabilendo altresì la copertura finanziaria  nella misura di 26,2 milioni di euro per l’anno 2016;

VISTO l’articolo 14, comma 6-bis, del decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19 che, da ultimo, ha ulteriormente prorogato fino al 31 dicembre 2017, il periodo di validità della citata esenzione IMU;

PRESO ATTO che sul capitolo 1376 dello stato di previsione della spesa del Ministero dell’interno, per il  2017 e per le predette finalità, sono stati stanziati 19,6 milioni di euro, al netto della quota di gettito IMU riservata allo Stato;

RITENUTO di procedere all’attribuzione pro-quota dell’importo  di 16,168 milioni di euro, in relazione alla stima del minor gettito dell’IMU per l’anno 2017, effettuata sulla base dei dati (anno 2016) relativi agli immobili inagibili, forniti dalle strutture commissariali delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, considerando  una quota forfettaria di riduzione del 6% del contributo erogato per l’anno 2016, per il ripristino di agibilità di alcuni immobili;

SENTITA la Conferenza Stato-città ed autonomie locali nella seduta del 6 dicembre 2017;

Decreta

Articolo unico
(Rimborso ai  comuni delle regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto del minor gettito IMU, derivante dall’esenzione per gli immobili ubicati nelle zone colpite dal sisma del 20 e del 29 maggio 2012, pari a 16,168 milioni di euro per l’anno 2017)

1. In attuazione delle disposizioni di cui all’articolo 8, comma 3, del decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° agosto 2012, n. 122, per l’anno 2017, il contributo complessivo, pari a 16,168 milioni di euro, a titolo di compensazione del minor gettito derivante dall’esenzione dall’imposta municipale propria (IMU) riconosciuta agli immobili ubicati nelle zone colpite dal sisma del 20 e del 29 maggio 2012, è ripartito a favore dei comuni interessati delle regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto nella misura determinata pro-quota nell’allegato 1.

2. La ripartizione del contributo complessivo è determinata in via presuntiva, e salvo conguaglio, in relazione alla stima del minor gettito dell’IMU per l’anno 2017, effettuata sulla base dei dati (anno 2016) degli immobili inagibili, forniti dalle strutture commissariali delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, considerando una quota forfettaria di riduzione del 6%  del contributo erogato per l’anno 2016, per il ripristino di agibilità di alcuni immobili.

3. Con successivo decreto del Ministero dell’interno, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, nell’ambito delle risorse disponibili sul capitolo 1376 dello stato di previsione della spesa del Ministero dell’interno per l’anno 2017, sarà effettuato il conguaglio, anche negativo, degli importi spettanti a ciascun comune previa acquisizione dalle strutture commissariali delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto dei dati definitivi relativi agli immobili inagibili per l’anno 2017.

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. 

Roma, 21 dicembre 2017

 

Il Capo Dipartimento per gli Affari interni e territoriali

Elisabetta Belgiorno

Il Direttore Generale delle finanze

Fabrizia Lapecorella

 


inizio pagina  |  Icona Invia  |  Invia Icona Stampa  |  Stampa