Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Logo Ministero Interno

Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali

 

Home  |  Finanza Locale  |  Documenti  |  Circolari

Decreto 3 aprile 2017

Il Ministro dell’Interno
di concerto con
Il Ministro dell’economia e delle finanze

 

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 settembre 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 231 del 5 ottobre 2015, con il quale è stato definito e ripartito il Fondo di solidarietà comunale per l’anno 2015;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 18 maggio 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 134 del 10 giugno 2016, con il quale è stato definito e ripartito il Fondo di solidarietà comunale;

VISTO l’articolo 7 del citato D.P.C.M. del 10 settembre 2015 il quale prevede che a valere sulla dotazione complessiva del Fondo di solidarietà comunale per l’anno 2015 è accantonato un importo di euro 20 milioni;

VISTO l’articolo 6 del citato D.P.C.M. del 18 maggio 2016 il quale prevede che a valere sulla dotazione complessiva del Fondo di solidarietà comunale per l’anno 2016 è accantonato un importo di euro 15 milioni;

VISTO l’articolo 1, comma 2, del decreto-legge 24 giugno 2016, n. 113, convertito con modificazioni dalla legge 7 agosto 2016, n. 160, il quale prevede che: “Le disponibilità residue di cui all'accantonamento previsto dall'articolo 7, comma 1, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 settembre 2015, «Fondo di solidarietà comunale. Definizione e ripartizione delle risorse spettanti per l'anno 2015», pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 231 del 5 ottobre 2015, che risultino non utilizzate per le finalità di cui alla norma citata, possono esserlo per le medesime finalità per l'anno 2016”;

VISTO il decreto del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze del 21 settembre 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.  228 del 29 settembre 2016, con il quale l’accantonamento di cui all’articolo 7 del D.P.C.M. del 10 settembre 2015 è stato utilizzato parzialmente per un importo pari ad euro 8.937.665,00;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° dicembre 2016 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 12 del 16 gennaio 2017 con il quale l’accantonamento di cui al citato articolo 6 del D.P.C.M. del 18 maggio 2016 è stato utilizzato parzialmente - per l’importo di euro 11.062.335,00 - e destinato a conguagli a favore dei comuni derivanti dall’applicazione dell’art. 1, comma 380-quater, della legge n. 228 del 2012;

VISTO  l’art. 1, comma 3, del citato D.P.C.M. del 1° dicembre 2016, il quale prevede che con decreto del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, sentita la Conferenza Stato-città ed autonomie locali, l’importo residuo dell’accantonamento dall’articolo 6 del D.P.C.M. del 18 maggio 2016 - pari ad euro 3.937.665,00 - e l’importo residuo dell’accantonamento disposto dall’articolo 7 del D.P.C.M. del 10 settembre 2015 - pari ad euro 11.062.335,00 -  sono destinati a rettifiche dei valori utilizzati ai fini del D.P.C.M. del 18 maggio 2016 e del D.P.C.M. del 1° dicembre 2016;

CONSIDERATO che in sede di tavolo tecnico istituito presso la Conferenza Stato-città ed autonomie locali si è proceduto alla rettifica dei precedenti gettiti stimati IMU e TASI per alcuni comuni, che ha generato la necessità di rettifiche per l’anno 2016, per un importo complessivo pari a euro 8.091.458,03;

SENTITO il parere  della Conferenza Stato – città ed autonomie locali nella seduta del 2 marzo 2017;

 

Decreta:

Articolo 1
(Utilizzo parziale degli accantonamenti sulla dotazione del Fondo di solidarietà comunale 2015 e 2016 a seguito di verifiche dei gettiti IMU e TASI)

1. Ai comuni di cui all’allegato A al presente decreto, per i quali, in sede di verifica tecnica, sulla base dei gettiti stimati IMU e TASI, è stata riscontrata l’esigenza di rettificare l’importo delle quote determinate a titolo di Fondo di solidarietà comunale per l’anno 2016 , sono corrisposte le somme nella misura indicata nello stesso allegato A), per un totale pari ad euro 8.091.458,03, mediante utilizzo parziale degli accantonamenti residui previsti dall’articolo 7 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 settembre 2015 e dall’articolo 6 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 18 maggio 2016.

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

 

Roma, 3 aprile 2017

Il Ministro dell’interno
Marco Minniti
Il Ministro dell’economia e delle finanze
Pier Carlo Padoan

inizio pagina  |  Icona Invia  |  Invia Icona Stampa  |  Stampa